Portale Trasparenza Cittā di Francavilla al Mare - ECONOMATO-Liquidazione spese preventivamente autorizzate e forniture regolarmente eseguite

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

ECONOMATO-Liquidazione spese preventivamente autorizzate e forniture regolarmente eseguite

Responsabile di procedimento: De Luca Tiziana
Responsabile di provvedimento: Murri Emanuela
Responsabile sostitutivo: De Thomasis Raffaella

Descrizione

Liquidazione spese preventivamente autorizzate e forniture regolarmente eseguite (Art. 184 - D.Lgs.vo n. 267/2000 )

Dal Regolamento per l'acquisizione in economia di lavori, beni e servizi

Art. 16 - Verifica e collaudo
1. Tutti gli interventi in economia sono soggetti a collaudo o attestazione di regolare esecuzione entro venti giorni dall'esecuzione o acquisizione.
2. Il collaudo o certificato di regolare esecuzione non è necessario per gli affidamenti di importo inferiore ad € 20.000,00 ed è sostituito dal nulla osta alla liquidazione secondo quanto previsto dall’art. 184 del D. Lgs. n. 267/2000.
3. Il collaudo è eseguito da soggetti nominati dal responsabile di cui all'articolo 11, competenti in ragione all'intervento da collaudare.

Dal Regolamento di contabilità

Art. 49 - La liquidazione
1. Mediante la liquidazione si accerta il diritto acquisito dal creditore. Gli elementi indispensabili per la liquidazione sono:
a. denominazione del creditore o dei creditori;
b. somma dovuta e modalità di pagamento;
c. documentazione contabile di riferimento per il pagamento;
d. estremi del provvedimento di impegno divenuto esecutivo;
e. capitolo di spesa al quale la stessa è da imputare;
f. eventuale scadenza;
g. eventuale economia di spesa rispetto alla somma impegnata
2. La fase della liquidazione comprende la liquidazione tecnica e la liquidazione contabile.
3. La liquidazione tecnica consiste nella verifica, da parte del responsabile della struttura organizzativa o suo incaricato che ha ordinato la spesa, che la fornitura, il lavoro o la prestazione siano stati eseguiti e che siano state rispettate le condizioni contrattuali ed i requisiti merceologici e tipologici che furono concordati e esplicitati negli ordini o comunque in sede di impegno di spesa. La liquidazione tecnica si estende anche alla verifica della corrispondenza di eventuali parcelle con le tariffe professionali vigenti o concordate. La liquidazione tecnica include l'identificazione del competente impegno di spesa.
4. Le verifiche, di cui al precedente comma, possono risultare da una relazione o da una certificazione che accompagna le fatture da pagare.
5. Il responsabile della liquidazione tecnica è tenuto a trasmettere al Settore Economico-Finanziario l'atto di liquidazione, datato e sottoscritto, con tutti i relativi documenti giustificativi, con i riferimenti della nota o fattura, anche provvisoria, con il riferimento ai contratti, disciplinari d’incarico e ogni altro documento o informazione richiesto dal Settore Economico-Finanziario (a titolo esemplificativo: Durc, attestazioni richieste ai fini della tracciabilità, etc). La trasmissione al Settore Economico-Finanziario dell'atto di liquidazione deve avvenire con un anticipo di almeno 15 giorni rispetto alla scadenza del pagamento.
6. La liquidazione contabile viene disposta dal responsabile del Settore Economico-Finanziario o suo incaricato in tempo utile per rispettare le scadenze dei pagamenti previa l'effettuazione dei seguenti controlli:
a. la spesa sia stata preventivamente autorizzata;
b. sia richiamato l’esatto impegno di riferimento;
c. la somma da liquidare rientri nei limiti dell'impegno e sia tuttora disponibile;
d. i conteggi esposti siano esatti;
e. l’atto di liquidazione sia internamente coerente;
f. la fattura o altro titolo di spesa sia regolare dal punto di vista fiscale e indichi gli estremi dell’impegno di spesa e dell’ordine di fornitura;
g. sia stato emesso il buono di carico nel caso di beni da inventariare;
h. sia stata regolarmente effettuata la liquidazione tecnica;
i. siano indicate nella liquidazione, qualora ciò non sia avvenuto nelle fasi di spesa precedenti, le necessarie codificazioni (ad. es. Siope, Cup, partite IVA, codici fiscali e coordinate bancarie dei fornitori, dati per tracciabilità, numero ordine di fornitura). Il
Dirigente del Settore Economico-Finanziario o suo incaricato appone quindi sull'atto stesso il proprio visto di controllo e riscontro.
7. Nel caso il Dirigente del Settore Economico-Finanziario o suo incaricato riscontri delle irregolarità, rinvia con le opportune annotazioni l’atto di liquidazione al centro di responsabilità proponente. Il centro di responsabilità dovrà sanare le irregolarità indicate o in mancanza attestare per iscritto le motivazioni del mancato adeguamento assumendo le responsabilità amministrative e contabili conseguenti.
8. La liquidazione è l'unico atto necessario quale autorizzazione all'emissione del mandato di pagamento.

 

Chi contattare

Personale da contattare: De Luca Tiziana

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
no

Regolamenti per il procedimento

Riferimenti normativi

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: -
Contenuto inserito il 22-03-2016 aggiornato al 14-03-2017
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Corso Roma, 7 - 66023 Francavilla al Mare (CH)
PEC protocollo@pec.comune.francavilla.ch.it
Centralino +39. 085.49201
P. IVA 00110400694
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su:
Il progetto Portale della trasparenza č sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it